La nona edizione del Trofeo Rolando Pinacoli ha regalato, come di consueto, grandi emozioni e prestazioni di alto livello. Circa 500 atleti master, dai 30 ai 70 anni, si sono dati battaglia a suon di bracciate nella piscina di Gualdo Tadino, che si conferma una delle più veloci del centro Italia. Susanna Sordelli del Forum Sport Center di Roma ha stampato il nuovo primato italiano dei 200 farfalla nella categoria M60 col tempo di 3’16’’97, ma accanto a lei si sono distinti tanti altri atleti. Tra i migliori della due giorni di gare figurano Massimiliano Eroli (M40) e Tiziana Tedeschini (M45), premiati individualmente per le migliori prestazioni maschile e femminile in termini di punteggio, e il già campione del mondo nei 200 rana Andrea Cavalletti che si è imposto con uno stratosferico 2’19’’ strappando applausi a scena aperta.
Nessuna sorpresa per quanto riguarda la classifica di società, stravinta dal Team Marche Master con un margine di oltre 10mila punti sul Centro Nuoto Bastia campione d’Italia 2015. Al terzo posto si è piazzata la società organizzatrice dell’evento, l’Azzurra Race Team, che però, con grande senso di ospitalità per le altre squadre, si è autoesclusa dalle premiazioni finali cedendo il terzo gradino del podio alla Nautilus SSD di Roma. A premiare le migliori società è stata la signora Giulia Pinacoli, moglie del compianto sindaco di Gualdo Tadino Rolando a cui l’evento è dedicato per testimoniare la sua grande vicinanza al mondo dello sport e del nuoto in particolare.
C’è stata grande partecipazione, sabato pomeriggio, alla tavola rotonda dal titolo “il nuoto master in Italia e in Umbria” organizzata alla Rocca Flea, dove è venuto fuori un dibattito utile e costruttivo per l’intero movimento del nuoto master in cui il dirigente FIN Claudio Tomasi e il tecnico ex nazionale Francesco Pettini hanno condiviso con il folto pubblico presente esperienze e proposte, arricchite poi dai contributi di tecnici di importanti squadre umbre, marchigiane e laziali. Un ‘esperimento’, come lo avevano inizialmente definito gli ideatori Arnaldo Coletti e Silvano Lolli, che per i riscontri ottenuti in termini di presenze e di consensi potrà essere senz’altro riproposto nelle prossime edizioni del Treofeo Rolando Pinacoli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *