C’è molta Italia nell’edizione 2018 dei campionati nazionali irlandesi. C’è grazie agli atleti dell’Azzurra Race Team che hanno lasciato un segno indelebile nella massima competizione natatoria del paese. Accompagnati dai coach Patricia Stanton e Diego Del Bianco, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di soggiornare nel campus dell’Università di Dublino e vivere ancor più “dal dentro” l’esperienza. In acqua poi, i Paperi Bionici hanno fatto faville limando i propri record personali e centrando finali a ripetizione.

C’è ancora Asia Marinelli agli onori delle cronache, nonostante il problema muscolare al collo che l’ha accompagnata in tutti e 4 i giorni di gare. Nei 200 rana ha centrato la finale e si è piazzata ai piedi del podio, nei 200 misti ha compiuto un vero capolavoro nuotando il tempo di 2’22’’ che le è valso addirittura la medaglia di bronzo! Eccezionale il temperamento di questa giovane atleta che si era qualificata in finale col settimo tempo e non era neanche sicura di poter partecipare a causa del dolore. Asia ha chiuso bellezza i suoi campionati con un ottimo 33’’6 nei 50 rana che le è valsa la quinta piazza in finale a 2 centesimi dal podio.

I risultati della campionessa di casa Azzurra non hanno messo in secondo piano le eccellenti prestazioni dei suoi compagni, specie nelle distanze veloci dello stile libero. Nessun “timore reverenziale” per i vari Roberta Tobia, Leonardo Trementozzi e gli acciaccati Simone Lombardi e Andrea Garofoli, che hanno combattuto con le unghie e con i denti fino all’ultimo centimetro di vasca collezionando ottimi tempi. Ancora meglio hanno fatto Francesca Mondi e Andrea Sepioni che nei 200 farfalla e 400 stile libero (due gare ad alto coefficiente di difficoltà) hanno centrato due prestigiosissimi piazzamenti in finale: 6° Andrea col suo personale dell’anno in vasca lunga (4’35’’) e 8° Francesca.

Ha masticato un po’ amaro, invece, Stefano Bocconi, che avrebbe staccato il pass per la finale dei 50 rana se il regolamento, che consente la presenza di due soli atleti non irlandesi in finale, non lo avesse estromesso. Rimane comunque la soddisfazione di aver frantumato il suo precedente primato personale con uno strepitoso 30’’18, che conferma l’esponenziale crescita di questo atleta nella seconda parte della stagione.

Anche questa edizione 2018 dei campionati nazionali irlandesi è in archivio, tante le note positive in un contesto di alto profilo internazionale che, oltre agli atleti di casa, ha visto al via spedizioni dall’Italia, dal Canada, dalla Gemania, dall’Inghilterra e da Dubai. Impeccabile come sempre l’organizzazione nello scenario mozzafiato del National Aquatic Centre e la calorosissima accoglienza che la società locale Air Lingus e coach Paolo Di Paola hanno riservato al gruppo di Azzurra Race Team.

Le attenzioni sono rivolte ora ai campionati italiani di categoria in programma a Roma a metà agosto. Asia sarà chiamata a migliorare ancora le prestazioni irlandesi, con lei ci saranno Gloria Biscontini e Luna Chabat.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *