L’Azzurra Race Team torna dalla trasferta ai Criteria Nazionali di Riccione con un tante note positive ed esperienza in più, ma anche con la consapevolezza che c’è molto lavoro da fare per migliorare ancora. Asia Marinelli si conferma l’atleta di punta della squadra nonostante i problemi fisici accusati durante tutto l’inverno, piazzandosi tra le prime 12 in Italia tra le Cadette in tutte le distanze della rana. Il miglior riscontro cronometrico Asia lo ha ottenuto nei 100 metri, nuotati in 1’11’’61 che vale il suo nuovo primato personale di stagionale, ma anche il 33’05’’ nuotato sulla distanza più corta testimonia il buon lavoro svolto e i margini di crescita ancora importanti di questa ragazza.

Non finisce di stupire Lorenzo Morani che nell’unica gara individuale a cui era iscritto, i 400 misti, ha frantumato il suo precedente primato personale nuotato appena un mese fa ai campionati regionali umbri. Il suo stratosferico 4’32’’ (oltre 3 secondi meglio di quanto fatto ai regionali) lo ha collocato addirittura al 14esimo posto tra gli junior nati nel 1998, un’annata incredibile che annovera alcuni tra i migliori prospetti del nuoto azzurro da qui a qualche anno.

Chi invece ha si è affacciato per la primissima volta sul palcoscenico di una manifestazione nazionale erano Filippo Cambiotti e Gloria Biscontini, che ai regionali avevano centrato il pass rispettivamente nei 100 dorso e 100 farfalla. Entrambi hanno chiuso a pochissimi decimi dai loro record e scalato posizioni nella classifica finale rispetto alla start list. Quel che ha colpito ancora di più i tecnici, però, è stato il loro modo di affrontare la gara, molto positivo e con la dovuta cura per particolari importanti come tuffo e fasi subacquee della nuotata.

A chiudere la spedizione nazionale dei ‘Paperi Bionici’ è stata la staffetta 4×100 mista cat. Juniores che ha visto al via Lorenzo Morani nella frazione a dorso, Stefano Bocconi nella rana, Simone Lombardi nella farfalla e Angelo Bolloni nello stile libero. Bocconi e Lombardi hanno ‘vendicato’ l’esclusione per pochissimi decimi dalle gare individuali nuotando i loro personali, a cui si sono aggiunti i gran tempi di Morani e Bolloni per un risultato finale che rappresenta il nuovo primato di società e che per un soffio non ha abbattuto il ‘muro’ dei quattro minuti.

“Devo ringraziare i ragazzi a nome mio e di tutti gli allenatori per le emozioni che ci hanno regalato in questa settimana di gare – commenta il direttore tecnico di Azzurra race Team Diego Del Bianco -. Usciamo da questa esperienza più forti e più che mai determinati ad impegnarci ancor più di quanto fatto fino ad ora, sempre nell’ottica di un lavoro sul medio-lungo periodo che ci permetta di avere atleti pronti per la ribalta dei campionati nazionali di categoria”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *