Il quinto posto di squadra ad una manciata di punti dal podio dopo un testa a testa molto serrato testimonia la grande crescita di un gruppo, quello dell’Azzurra Race Team, composto da tanti giovanissimi di talento e di uno zoccolo duro di atleti già pronti per gare di caratura nazionale. E’ stato il campionato regionale di Lorenzo Morani, che, oltre a salire sul podio in tutte le gare disputate, ha stravinto i 400 misti avvicinando tantissimo il tempo limite per l’ammissione ai campionati italiani. E’ stato il campionato di Asia Marinelli, già sicura della partecipazione agli italiani e in fase di carico, che ha conquistato l’oro nei 200 misti e l’argento nei 100 rana (col primato stagionale), 50 rana e 50 stile libero. Ma è stato anche il campionato di Gloria Biscontini, terza assoluta nei 100 farfalla e con in tasca il pass per i criteria giovanili, e di Elena Tarpani, prima assoluta nei 50 dorso e seconda per un soffio nei 100.

In casa Azzurra Race Team si registrano il 95% di primati personali migliorati dopo la tre giorni di gare. E’ motivo di grande orgoglio, per tutto lo staff tecnico, la crescita dei giovanissimi del gruppo: i ragazzi classe 2002 e la ragazze classe 2003 hanno fatto vedere grandi progressi tecnici e cronometrici coronando gli sforzi quotidiani in acqua nell’appuntamento più importante della stagione in vasca corta. Tra i tanti una nota di merito va riservata a Simone Lombardi, vincitore della categoria Ragazzi e quarto assoluto nei 200 farfalla, e a Filippo Cambiotti che nei 100 dorso ha timbrato il pass per i criteria nazionali conquistando l’argento di categoria.

Per l’impegno e la grinta in corsia meriterebbero di essere citati tutti e 40 gli atleti del Race Team che hanno rappresentato i colori della squadra ai regionali, alcuni dei quali hanno contribuito anche ai record di società conquistati dalle staffette: argento per la 4×100 mista femminile categoria assoluti, quinto posto per la maschile e quarto per la 4×100 stile libero delle ragazze, ma anche tanti giovanissimi che hanno limato i precedenti primati nelle staffette di categoria.

Alla fine di una manifestazione sempre molto dura i volti dei ragazzi erano stanchi ma sorridenti, consapevoli di aver dato il massimo. Ne è convinto anche tutto lo staff tecnico a partire dall’head coach Patricia Stanton e dal direttore tecnico Diego Del Bianco, che non hanno smesso un attimo di consigliarli ed incitarli. Insieme a loro tutti i tecnici che allenano quotidianamente i ragazzi nelle varie piscine della regione seguendo una cultura etico-sportiva applicata al nuoto che, in un progetto pensato sul medio-lungo periodo, sta raccogliendo frutti nel presente e gettando basi davvero importanti per il futuro.