Il gruppo del Race Team

Gasati dall’agguerrita concorrenza, da una vasca come sempre bellissima e veloce e da una colonna sonora spettacolare, i “Paperi bionici” di Azzurra Race Team infiammano il Trofeo Aragno di Genova con delle prestazioni di ottimo livello. Prestazioni che assumono un significato ancora più importante se si pensa che in gara si c’erano ben 1300 atleti provenienti da 40 società tra le più importanti del nuoto giovanile italiano.

Luna Chabat

Sugli scudi, ancora una volta, Luna Maria Chabat, che fa segnare la miglior prestazione del meeting su 200 misti, vince i 100 dorso e si piazza seconda nei 100 delfino e nei 100 stile libero (con tanto di record personale), cedendo il passo soltanto alle campionesse italiane di categoria. Prosegue lo straordinario momento di forma di Gaia Palumbo che centra il pass per i campionati italiani nei 100 delfino e tocca seconda nei 100 dorso, limando ulteriormente il tempo già valido per accedere ai criteria.

Sempre in campo femminile ottime prove per Allegra Pettenò, che nei 100 e 200 rana avvicina ulteriormente il pass per gli italiani. Nei 200, in particolare, la giovane ranista migliora il suo primato personale e conquista una meritatissima medaglia d’argento.

Gaia Palumbo
Allegra Pettenò

A fare onore al parco atleti maschile ci pensa soprattutto Alessandro Schippa che, nei 100 rana e nei 100 stile libero, chiude con dei crono non lontani dal pass per i criteria giovanili. In generale, le prestazioni dei Paperi Bionici sono state molto incoraggianti, tutte sommate hanno permesso alla squadra umbra di piazzarsi al decimo posto della speciale classifica di società dietro a squadre forti e blasonate, che annoverano alcuni dei più promettenti talenti del nuoto giovanile italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *